Viaggio nella terra dei Draghi Neri

domenica 21 novembre 2021 – dalle 10 alle 13 presso La Teiera Eclettica

Per la prima volta in Italia Katrin Rougeventre, grande conoscitrice e appassionata del mondo del tè cinese: attraverso le immagini che ci accompagneranno nella provincia cinese di Fujian, Katrin ci svelerà i segreti dei tè oolong e della loro preparazione. Sarà un’occasione per scoprire la morfologia delle foreste del Fujian e dei monti Wuyi, patrimonio dell’Unesco, di conoscere l’architettura insolita dei popoli Hakka e di scoprire le zone della costa con i porti che anticamente facevano parte delle concessioni straniere in questa provincia cinese meridionale, un vero e proprio anfiteatro aperto sul mare.

Interprete-traduttrice cinese diplomata all’Istituto di Lingue Orientali di Parigi, da molti anni Katrin Rougeventre si dedica al mandarino – la lingua tradizionale del tè – al Paese di Mezzo e ai suoi diecimila tè. Autrice di una tesi sull’agronomia delle Camelie Sinensis (1985) e del libro l’Empire du thé, una guida unica ai tè cinesi, ha lavorato per oltre 30 anni con importanti importatori di tè europei e compiuto numerosi viaggi in Asia, visitando più volte all’anno i coltivatori e produttori del tè.

Passeggiata nel Triangolo d’oro del tè

Sabato 20 novembre 2021  –  dalle 10 alle 13 presso La Teiera Eclettica

Per la prima volta in Italia Katrin Rougeventre, grande conoscitrice e appassionata del mondo del tè cineseun’occasione per degustare tè selezionati da Katrin per questo incontro unico (tè verdi raccolti all’inizio della primavera come Huangshan Maofeng, Taiping Houkui, Songluo ma anche tè rossi dal Wuyishan) e di viaggiare attraverso le immagini che ha scattato durante i suoi innumerevoli viaggi in Cina.

Dai monti Wuyi alle montagne Huangshan seguiremo le orme di Robert Fortune – esploratore e botanico britannico autore del libro La via del tè – scoprendo i villaggi rurali degli Hui e del paese famoso per la sua “architettura vernacolare” e per la coltivazione del tè.

Interprete-traduttrice cinese diplomata all’Istituto di Lingue Orientali di Parigi, da molti anni Katrin Rougeventre si dedica al mandarino – la lingua tradizionale del tè – al Paese di Mezzo e ai suoi diecimila tè. Autrice di una tesi sull’agronomia delle Camelie Sinensis (1985) e del libro l’Empire du thé, una guida unica ai tè cinesi, ha lavorato per oltre 30 anni con importanti importatori di tè europei e compiuto numerosi viaggi in Asia, visitando più volte all’anno i coltivatori e produttori del tè.

Per informazioni/iscrizioni inviare una mail a newsletter@teieraeclettica.it

Laboratorio tè cinesi inediti

Sabato 16 ottobre 2021  –  dalle 10 alle 13

Vi proponiamo un incontro in cui potrete assaggiare 5 diversi tipologie di tè cinesi che non abbiamo in vendita. Li abbiamo selezionati per questa occasione speciale che per noi rappresenta un nuovo inizio: è il primo evento da .. mesi!

Un viaggio tra le province cinesi di Yunnan, Guizhou e Jiangsu in compagnia delle foglie di un tè bianco, uno verde e tre neri, o meglio hongcha, tè rossi secondo la classificazione cinese.

Potete vedere le foglie nella foto: non sono meravigliose? Li conoscete tutti?

Vi coinvolgeremo nella preparazione del tè che ognuno di voi farà utilizzando un gaiwan (o zhong: tazza con coperchio e piattino tipica della cultura cinese del tè e della preparazione GongFuCha) e con l’acqua a disposizione per poter fare più infusioni con le stesse foglie e apprezzare al meglio come i profumi e i sapori si sviluppino infusione dopo infusione.

Conoscere e apprezzare i tè verdi cinesi

SABATO 24 OTTOBRE 2020 DALLE ORE 10:30 ALLE 13:00

Incontro della serie DALLA FOGLIA ALLA TAZZA.Produzione dei tè verdi cinesi: dalla pianta alla tazza. Il tè verde rappresenta la tipologia di tè più antica consumata in Cina, oggi prodotto in moltissime aree del paese in una moltitudine di forme, profumi e sapori. Vedremo l’evoluzione delle tecniche di produzione del tè verde in Cina, la classificazione e nomenclatura dei tè verdi cinesi, le principali zone di produzione, il processo di lavorazione. Durante l’incontro conosceremo e degusteremo una decina di tè verdi cinesi, confrontando alcuni tè della stessa famiglia di qualità diversa (il concetto di “grading”).

Abbiamo ridotto il numero di partecipanti per ogni incontro per garantire il distanziamento adeguato. I posti sono limitati: per iscriversi inviare una mail a newsletter@teieraeclettica.it specificando nome, cognome, recapito telefonico dei partecipanti.

Corso Tè del Mondo in Miscelazione: 2 giorni

24 e 25 febbraio 2020 alle ore 09:30 – 16:30 presso Spazio Versatile

Visto che il tè vi piace parecchio, siamo felici di riproporre il corso completo di due giorni rivolto ai professionisti, che approfondirà gli usi corretti in miscelazione, attraverso degustazioni a diverse temperature, esperienze olfattive di tè provenienti da diverse aree del globo, assaggi di food a base tè, per concentrarsi ovviamente sui modi per esaltarlo e sugli errori da evitare.

 PROGRAMMA
– Le origini del tè (Luogo di nascita, tipo di consumo, evoluzione nelle varie epoche cinesi Tang/Song/Yuan/Ming)
– I differenti metodi di preparazioni nei diversi luoghi del mondo
– La classificazione delle famiglie principali di tè (bianchi, verdi, gialli, neri, oolong, puerh) e delle famiglie derivate (tè profumati, aromatizzati, affumicati, pressati)
– Il terroir, le cultivar e raccolto
– Degustazione di tè (tè verdi, tè oolong a bassa ossidazione, tè puerh “sheng” a invecchiamento naturale, tè neri, tè oolong a alta ossidazione, tè puerh “shu” a invecchiamento indotto)
– Le differenze tra aromi principali, secondari e terziari
-Il vocabolario del tè
– L’infusione delle foglie e i diversi tipi di infusioni: singola, continua, multipla, in acqua fredda, con ghiaccio
– Il tè nei distillati
– Il bilanciamento del tè nel cocktail
– Preparazioni home-made con il tè
– Gli errori da evitare
– I drink al Tè del Rita

Shizuoka a Milano

12-13 ottobre 2019

Come ogni anno, dal 2015, la delegazione dei produttori Giapponesi di tè ed i funzionari della prefettura di Shizuoka verranno a trovarci a metà ottobre. Prossimamente forniremo ulteriori dettagli, nel frattempo segnate le date nei vostri calendari: 12 e 13 ottobre …

(foto storica ed antica dei “Samurai del tè”)

Primi passi sui tatami

Sabato 14 settembre 2019 dalle ore 09:45 alle 15:30

La cerimonia del tè giapponese, Cha no yu – letteralmente “acqua calda per il tè”, è un’arte che si tramanda da oltre 500 anni. In collaborazione con la Maestra Yasuko Sugiyama della SCUOLA OMOTESENKE, vi proponiamo una lezione, teorica e pratica, per imparare il galateo dell’ospite invitato a partecipare al Cha no yu: come si cammina sui tatami, qual è il modo corretto per prendere in mano la tazza di tè, come si ammirano gli strumenti. Un’occasione unica non solo per assistere ma per PARTECIPARE IN PRIMA PERSONA alla Cerimonia nella Stanza del Tè della Scuola Omotesenke, che potete ammirare sul sito https://cerimoniadelte.org. Durante la parte teorica verranno serviti due tè verdi giapponesi, durante la parte pratica verrà servito il tè matcha accompagnato da un dolcetto giapponese.

Il numero massimo di partecipanti alla lezione è di 10 persone.

Ci ritroveremo presso La Teiera Eclettica alle ore 9:45 per la parte teorica, e ci sposteremo alle 11 presso la Scuola Omotesenke. Dopo aver conosciuto la Maestra Sugiyama, ci divideremo in due gruppi ognuno di 5 persone per vivere al meglio l’esperienza nella stanza del tè: il primo parteciperà alla lezione pratica dalle 11:30 alle 13 mentre il secondo seguirà la lezione pratica a partire dalle 14.

I posti disponibili rimasti sono pochi: per iscriversi inviare una mail a newsletter@teieraeclettica.it specificando nome, cognome, recapito telefonico dei partecipanti e indicando il turno preferito per la lezione pratica (mattino o pomeriggio). Riceverete una mail di conferma fino ad esaurimento posti disponibili.

Giappone, bellezza segreta

Giovedì 11 luglio 2019 – 18.30, Palazzo Reale, Piazza Duomo 14 Milano

Conferenza di Alex Kerr, scrittore, orientalista e autore del libro “La bellezza del Giappone segreto”

Alex Kerr è uno scrittore americano che vive in Giappone da più di quarant’anni ed è considerato uno dei più stimati orientalisti al mondo. E’ il primo e unico scrittore occidentale ad aver vinto il prestigioso Premio letterario “Scincho Gakugei” per la migliore opera di saggistica in Giappone. In occasione dell’uscita dell’edizione italiana del suo libro La bellezza del Giappone segreto,pubblicato da EDT, Alex Kerr sarà a Milano giovedì 11 luglio, alle ore 18.30, per un incontro a Palazzo Reale, patrocinato dal Comune di Milano.

Kerr ha dedicato tutta la sua vita allo studio della cultura e delle tradizioni del Giappone antico, trasformandole in una professione che abbraccia diversi ambiti. Dalla calligrafia all’insegnamento delle arti tradizionali, dal collezionismo al restauro, fino al recupero architettonico delle dimore tradizionali giapponesi abbandonate – attività che ha dato vita a una forma di turismo sostenibile nelle aree rurali più sconosciute e incontaminate del Giappone, lontane dai grandi centri urbani. Della bellezza e dei segreti del Giappone antico, Alex Kerr parlerà nella sua conferenza a Palazzo Reale, organizzata della casa editrice EDT in collaborazione con l’Associazione Culturale Giappone in Italia, punto di riferimento imprescindibile per la numerosa comunità di appassionati di cultura e arte orientale nel nostro Paese. Insieme a Kerr, sarà presente Alberto Moro, Presidente di Giappone in Italia.

Al termine della conferenza è prevista una degustazione di tre tipi di tè giapponese offerta da La Teiera Eclettica

Uno studio sul niente. Viaggio in Giappone

Domenica 14 aprile 2019 ore 11:00

Ospiteremo Luca Buonaguidi, scrittore, viaggiatore, musicista, poeta e molto altro ancora, autore del libro “Uno studio sul niente. Viaggio in Giappone”

“Come puntualizza Michel Onfray, sono davvero pochi i viaggiatori che ‘distillano i propri spostamenti in una raccolta di versi’. E credo ci sia una ragione per questo. In fondo non è poi così difficile raccontare la sensazione che si prova a mescolarsi alla folla della metropolitana di Tokyo. E non lo è nemmeno raccontare il sapore di una scodella di ramen a cui ci si avvicina nel cuore della notte o il senso di spaesamento che si prova di fronte a una tenda che reca solo un aggraziato, e del tutto incomprensibile, ideogramma. Ma la prosa è inadatta a raccontare, senza rischiare il ridicolo, alcuni momenti, alcune immagini, specialmente in un Paese così complesso e lontano come il Giappone. Per esempio le rivelazioni sfuggenti, indecifrabili, che si manifestano di fronte a un giardino di pietra o le sensazioni contrastanti che prova un viaggiatore solitario nel momento in cui si interrompe il flusso dei pensieri eccitati dalla novità, dall’ebbrezza del sentirsi, semplicemente, lontani… I versi di Buonaguidi svelano che il segreto, in questi casi, è togliere, ridurre all’essenziale, che solo la poesia può raccontare certi frammenti di esperienza. L’invisibile.” (dalla postfazione di Patrick Colgan)

L’incontro è gratuito ma i posti sono limitati, vi chiediamo di confermare la partecipazione inviando una mail a newsletter@teieraeclettica.it indicando il vostro nome e un recapito telefonico.

Corso Di Ikebana

Giovedì 4 aprile 2019
L’arte Della Disposizione Dei Fiori

L’immagine dell’Ikebana facilmente influenza l’idea che universalmente si ha del Giappone. Così come in molte altre arti nipponiche, la leggerezza ed eleganza del risultato è frutto di regole complesse e di una disciplina che coinvolge lo spirito prima ancora del corpo. Spesso tratti in inganno dalla bellezza decorativa ci si sofferma solo superficialmente sulla simbologia e profondità del suo significato, di antica origine buddhista, e nel corso della sua storia si è sviluppata in diverse scuole e stili.

Terumi Kobayashi illustrerà nel corso delle lezioni questa antica via, conosciuta anche come Kadō, letteralmente “via dei fiori”, ai cui partecipanti sarà chiesto di produrre un’opera propria, comprenderne il significato e apprezzare ancora una volta, attraverso l’effimera bellezza dell’ikebana, la poesia e il mistero del Giappone.

Il corso avrà luogo questa primavera alla sala da te La Teiera Eclettica, già sede di altri nostri workshop. Giovedì 4 aprile si terrà la lezione di prova dalle 18:30 alle 20:00. Il materiale a disposizione sarà per 10 persone, ai restanti partecipanti sarà possibile assistere alla dimostrazione.

Per informazioni sui costi e prenotazioni consultare la 
pagina di Giappone in Italia : http://www.giapponeinitalia.org/corso-di-ikebana/

Kimono

Sabato 23 marzo alle 10:30 avremo come ospite Yasuko Sugiyama, Maestra di Cerimonia del tè della scuola Omotesenke, che  terrà la conferenza sul Kimono seguita dalla dimostrazione di vestizione.

La maestra racconterà, anche attraverso una selezione d’immagini e di oggetti, la storia del Kimono, i diversi momenti e le diverse funzioni che può assumere, ci spiegherà le tecniche di tessitura, i filati, le tinte, i tipi di disegni, le connessioni con le stagioni e con gli stati d’animo, con le tradizioni famigliari e infine ci mostrerà come si indossa.  E con la sua guida potremo finalmente avvolgerci nel mito di uno dei più splendidi indumenti che siano mai stati inventati.

L’incontro, della durata di un paio d’ore, è gratuito ma i posti sono limitati: per organizzare al meglio la logistica vi chiediamo gentilmente di iscrivervi inviando una mail a newsletter@teieraeclettica.it specificando nome, cognome, recapito telefonico dei partecipanti. Riceverete una mail di conferma fino ad esaurimento posti disponibili.

In Giappone c’è un proverbio: l’esterno rispecchia l’interno, che richiama un po’, per farci capire dagli occidentali, il famoso concetto greco kalòs kai agazòs, bello e buono sono qualità inseparabili e l’arte deve corrispondere a questi due concetti.

Tornando al proverbio giapponese, chi ha un bell’aspetto è anche una persona di profonda umanità, di bellezza interiore. Così una persona di grandi doti spirituali deve curare anche il suo aspetto esteriore, avere una postura e un portamento corretti. Allo stesso modo, solo chi conduce una vita sobria e regolata, chi è gentile, caritatevole con gli altri conquista anche la bellezza esteriore.

L’esterno rispecchia l’interno.
Uno dei simboli più famosi del Giappone è il kimono e non è un caso, non è solo un magnifico abito esteriore, ma esprime la personalità di chi lo indossa.

Sappiamo quanto i giapponesi siano riservati, quanto poco parlino di se stessi, ebbene è attraverso il kimono che raccontano chi sono, a che classe sociale appartengono, quali antenati, quale carattere, quali gusti, quali letture, quale cultura, quali passioni hanno.

In Italia c’è un proverbio: L’abito non fa il monaco, che critica l’ipocrisia di chi finge di essere qualcun altro, o di essere buono.

In Giappone è l’opposto, l’abito svela ciò che abitualmente si tiene celato, il kimono non è solo un indumento che segue la moda, ma esprime tutto un mondo interiore, anche se molto semplicemente il significato del termine è ‘roba da indossare’. Ki- indossa, mono – roba.

Alla fine dell’epoca Edo, la gente ha cominciato a vestirsi all’occidentale, si dice You Fuku, You-occidentale, Fuku-vestito. Ormai abitualmente ci si veste all’occidentale e il kimono serve solo a indicare il vestito tradizionale.Solo in occasioni e in ricorrenze speciali si indossa ancora il kimono.

Capodanno Cinese 2019

Tra pochi giorni ci arriverà da Parigi la miscela disponibile in edizione limitata che Mariage Frères ha ideato per l’anno del ..COCHON!

Come ormai consuetudine da qualche anno festeggiamo insieme il capodanno cinese al ristorante Giardino di Giada con un menu ideato per questa occasione speciale e con i tè scelti per accompagnare i vari piatti. 

La cena si terrà lunedì 4 febbraio alle 20:15 presso il ristorante “Giardino di Giada” in Via Palazzo Reale 1: in allegato il menu dettagliato. 

Se desiderate partecipare potete inviare una mail a newsletter@teieraeclettica.it indicando il vostro nome, un contatto telefonico e il numero di partecipanti. I posti sono limitati dalla capienza massima del ristorante. 

Poichè il prossimo anno sarà l’anno del cinghiale/maiale la tradizione vuole che ci sia almeno un piatto nel menu a base della sua carne: se siete vegetariani abbiamo previsto un’alternativa al piatto di carne ma dovete segnalarci la richiesta al momento della prenotazione. Se avete qualche intolleranza/allergia potete segnalarci tempestivamente la richiesta: faremo il possibile insieme a Carmen, la proprietaria del ristorante, per trovare un’alternativa. 

Workshop di Kintsugi con tecnica semplificata

Domenica 18 novembre 2018 dalle ore 09:30 alle 13:30

L’arte kintsugi è un’antica tecnica giapponese che consiste nel riparare oggetti in ceramica mettendo in evidenza le crepe con polvere d’oro. Nasce alla fine del 1400, influenzata dall’estetica wabi sabi e dalla filosofia Zen. La tecnica originale giapponese prevede l’uso della lacca autoctona urushi e della polvere d’oro.

Il corso “kintsugi, l’arte di riparare con l’oro” è aperto a chi vuole conoscere una parte di mondo giapponese, fatto di poesia e arte, filosofia e cerimonia del tè. È condotto da Chiara Lorenzetti, restauratrice dal 1991 presso Chiarartè, a Biella, studiosa e restauratrice di kintsugi.

PROGRAMMA COMPLETO DEL CORSO
-Storia dell’arte Kintsugi.
-Higashiyama bunka: la nascita della cerimonia del tè, l’Ikebana, il sumi-e, il teatro No e la produzione ceramica.
-Mushin e mono no aware, la filosofia del Kintsugi. -Rottura, il suo significato.
-Studio di un oggetto in ceramica e sua rottura. -Restauro Kintsugi con resina e polvere d’oro.
-Yobitsugi e maki-e, diversi approcci artistici al Kintsugi

DOVE: La Teiera Eclettica, via Melzo 30, Milano

Massimo 10 partecipanti

INFO E ISCRIZIONI: info@giapponeinitalia.org

Per tutte le info –> http://www.giapponeinitalia.org/corso-di-kintsugi/

Presentazione del libro Lights of Japan

Mercoledì 14 novembre, ore 18:30 – Lights of Japan di Andrea Lippi

L’autore e fotografo, Andrea Lippi, presenterà il suo libro di fotografie scattate in Giappone che verranno proiettate durante l’incontro. La presentazione della durata di circa 90 minuti verrà accompagnata da una tazza di tè … giapponese!

L’incontro è gratuito ma i posti sono limitati, vi chiediamo di confermare la partecipazione inviando una mail a newsletter@teieraeclettica.it indicando il vostro nome e un recapito telefonico.

Dimostrazione di Temomi 手揉み

sabato 20 e domenica 21 ottobre – E’ il processo di arrotolamento manuale delle foglie per produrre tè sencha.I macchinari che oggi sono utilizzati per le diverse fasi di arrotolamento delle foglie sono stati inventati proprio simulando il lavoro di mani esperte cheancora oggi portano avanti una tradizione antica. Le foglie vengono lavorate su un tavolo di legno chiamato “hoiro” 焙炉 che ha sulla superficie un largo foglio di carta washi chiamato “jotan” 助炭. Chi passerà a trovarci avrà la possibilità non solo di guardare la dimostrazione di TEMOMI ma anche di provare direttamente a lavorare le foglie: toccare le morbide foglie che sprigionano un profumofreschissimo di clorofilla durante la lavorazione è un’esperienza sensoriale unica!Per completare il viaggio alla scoperta del tè giapponese verrà proiettato un video delle piantagioni dell’area di Shizuoka, ove viene prodotto oltre il 40% del tè verde del paese del Sol Levante, e dell’intero processo produttivo .. dalla foglia alla tazza!

La partecipazione è libera, a tutti verrà offerta una tazza di tè verde giapponese.
Orari in cui si terrà, senza interruzione, la dimostrazione di TEMOMI:
– sabato 20 ottobre dalle 15 alle 18
– domenica 21 ottobre dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18
Sede: galleria d’arte Gli Eroici Furori, via Melzo 30, a pochi passi da La Teiera Eclettica

Laboratorio di miscelazione e “kabuki cha”

sabato 20 e domenica 21 ottobre – Sotto la guida esperta dei produttori di tè apprenderemo l’arte della miscelazione che rende unici i tè verdi giapponesi e le regole per la loro preparazione ottimale. Avremo modo di partecipare a una sessione di KABUKI CHA anche nota con il nome di Tōcha 闘茶: si tratta dell’assaggio di alcuni tè alla cieca per individuarne le caratteristiche senza conoscere a priori il tipo di tè che si sta degustando.

Il laboratorio, della durata di due ore e mezza circa, si terrà in più sessioni ripetute presso La Teiera Eclettica, via Melzo 30:
– sabato 20 ottobre dalle 10:30 alle 13 (pochi posti disponibili)
– domenica 21 ottobre dalle 10:30 alle 13 (pochi posti disponibili)
– domenica 21 ottobre dalle 15:30 alle 18

Prenotazione richiesta: per richiedere informazioni sull’iscrizione al laboratorio inviare una mail a newsletter@teieraeclettica.it con il proprio nominativo, la sessione cui si desidera partecipare e un recapito telefonico.

Dalle foreste dello Yunnan: incontro con i produttori di tè puerh, e non solo!

Un’occasione unica per incontrare Lorenzo e Vivian di Eastern Leaves, proprietari di 30 ettari di foresta sulle montagne Nannuo e Pasha nella provincia cinese di Yunnan. Lorenzo ci racconterà la loro avventura e ci parlerà in particolare della produzione dei tè puerh, mentre Vivian ci presentarà la cerimonia cinese del tè.

Durante l’incontro serviremo alcuni tè che Lorenzo e Vivian hanno selezionato per noi, per questa occasione speciale, unica e inedita in Italia. Se volete iniziare a conoscere i loro prodotti potete guardare il loro sito https://www.easternleaves.com/

Per consentire a più persone di partecipare vi proponiamo due date i cui contenuti saranno identici e avranno durata di due ore e mezza circa:

– sessione 1 sabato 22 settembre dalle 10:30

– sessione 2 giovedì 27 settembre dalle 18:30

Laboratorio tè verdi giapponesi

Sabato 15 settembre dalle 11:00 alle 13:00

Durante il nostro recente viaggio in Giappone abbiamo selezionato 5 tè verdi inediti che vi proponiamo per questo incontro:
– Gyokuro premium disponibile solo da Ippodo, la più antica bottega di tè a Kyoto con quasi 300 anni di storia
– Uji-no-Asa Karigane prodotto da Fukujuen, azienda che dal 1790 produce i migliori tè nella zona di Uji, dove la storia del tè giapponese ha avuto origine circa 800 anni fa
– Uji-no-Asa Kabusecha di Fukujiuen
– Uji-no-Asa Gyokuro di Fukujuen
– Uji-cha Miyako-no-Tatsumi di Fukujiuen
Ogni tè sarà accompaganto da dolcetti con il tè matcha come ingrediente e verrà preparato con le modalità ottimali per esaltarne gli aromi.

E’ richiesta la prenotazione. I posti disponibili sono solo 12. La prenotazione si intende confermata solo se avrete ricevuto una mail in risposta alla vostra richiesta.

Cha no yu 茶の湯

In occasione della visita della Maestra della scuola Omotesenke di Kyoto, Moriyama sensei, il 12 luglio 2018 abbiamo ospitato un incontro dedicato al Chanoyu o Sadō, la Cerimonia del tè giapponese.

Questo slideshow richiede JavaScript.

– Ichi-go Ichi-e : una volta nella vita – ogni incontro è irripetibile

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito